Fiorisci fiore fiorisci
respira l’aria di primavera
esci e cresci tremante e spera
che l’umore non sia confuso con l’amore
e tu non sia sacrificato e offerto
nel nome di un sentimento indistinto
spinto dal cuore che batte soltanto più forte.












Non sono ancora così disperato
come fu il pirata.
se esiste il dio del pedale
lo assolverà.
ma quale vita è stata la mia?

cazzo! quante stelle stanotte!

le mie belle storie finiscono
nel bosco dell’isteria
e si trasformano in un millefoglie
lasciato marcire sotto il sole
di una fiaba incompiuta.
inganno le speranze le voglie e così
non resta che una lacrima secca.
ma brucia più dell’intero inferno.

vorrei nutrire un ideale alla morrison
ma l’ideale è non avere ideali oppure
almeno vivere una morte giornaliera
immerso nell’acqua caduta
da nuvole gonfie puttane e rabbiose

cosa dicevi william?
“L'amante, il pazzo ed il poeta hanno la stessa fantasia?”
sì sì sì… va bene…
I’m looking for love madness poetry.
Un usignolo gorgheggia luce
le lune danzano senza timore
nell’eterno che non conta le ore
né conta i minuti meno convessi
tutti riflessi nel caldo buco nero.

notturno! oh mio notturno!
nello spazio incorniciato dagli occhi
i corpi suonano note luminescenti
baci incandescenti bruciano l’ acetilene
un lungo lento lucente amplesso scintilla
e nel notturno finalmente s’accende la candela.
Stamani mi tremavano le mani
il cuore batteva asincopato
non ho pensieri soavi o silvia mia
sì lo so che non ti chiami silvia
se ti chiamassi arsenio sarebbe lo stesso
sei tu assente giustificata dal mio letto
che mette in movimento
la mia rete neurale a dispetto
di ogni pensiero mattiniero.
riflettevo: non ho pensieri soavi o silvia mia
solo per essere leggibile dico: triste.
sì triste triste triste…
avrei potuto essere più creativo e scrivere:
lo spleen m’assale come un fortunale
la malinconia la mia gioia porta via
stamattina mi è amica l’abulia
ma a che serve?
meglio scrivere: triste.

triste come un amante giraletto
che vedente non vede
i tuoi capelli sul cuscino.
Affinché gli amori sul nascere uccisi
o peggio sepolti ancora in vita
abbiano un velo di giustizia per sudario
e radi ricordi a far loro da croce ignota
per tutto questo io ora ti scrivo.

accendo un’altra sigaretta
la seconda del mattino e nello sgomento ti rivedo.

ascolto la grosse messe
così risento di nuovo il suono ricostruito della tua voce.
atri e ventricoli ed emisferi bagnati di luce
illuminano lo schermo del computer
tutto è veramente pronto adesso.

accendo un’altra sigaretta
la terza del mattino: comincio.

non sono l’uomo più adatto a vendicare
amori assassinati nel nome di mature coscienze
coltelli affilati li porto alla cintura
rasoi nelle tasche dei jeans
pistole cariche sotto le ascelle
bombe nella mia ventiquattrore di fendi
gas nervino in ampolle di fine alabastro.
eppure al cospetto di un verso di rimbaud piango.
schizofrenia cronica dell’uomo
che uomo non è mai stato.
peter pan con l’ernia al disco
narciso cresciuto nel deserto del sahara
ciclope dai tre occhi caduto nel buio più buio.
sono io. mio dio! sono io!
non dimoravi allora nel visibile
ma nell’immagine di ciò che sempre si perde
incatenata da ginestre e gladioli vermigli.
rigogliosi li ho visti crescere
dissetati da lacrime tue fonti inquiete
mie illusioni disillusioni mai quiete.

et voilà!

mentre scrivo questo memoriale
un flash d’agenzia agita l’intima redazione
merita un’altra sigaretta e poi un’altra ancora
la tua dichiarazione si trasforma
in uno sbilenco e un po’ stracciato sipario
ma sembra più l’ultima pagina di un diario.

michelle ma belle adieu…
Sulle tue pupille non insiste disamore.
ascoltami… oh… ascoltami!
come il vento che sento sulle foglie
accarezzami… oh… accarezzami!
come la neve lieve lieve sulle abetaie
baciami… oh… baciami!
come la prima sera di primavera i germogli
amami… oh…amami!
come quest’anno l’autunno gli aceri rossi.

Copyright © 2004 Massimo Rossi. Tutti i diritti riservati.
I testi che compaiono in questo sito hanno l'approvazione dell' autore. Tutti i diritti sono riservati
The texts are reported in this site with author approval. All rights are